Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.
  • Azioni

I colpi della crisi in un territorio industriale

Il sistema produttivo avellinese è trainato dal Consorzio ASI che gestisce attualmente quattro agglomerati: PianodardineSolofra, Valle Caudina e Valle dell’Ufita. Il nucleo operativo più attivo è quello di Lioni-Nusco-Sant’Angelo dei Lombardi che conta circa 20 stabilimenti con 9000 addetti. Esempi vincenti di realtà imprenditoriali sono Almec Spa, che opera nel comparto metalmeccanico e Zuegg Sud, rinomata per la lavorazione della frutta secca. 

La provincia di Avellino è terra pregiata per l’agroalimentare. Ariano Irpino ha spiccata vocazione agricola con tipicità produttive riconosciute a livello nazionale. È il caso della lavorazione di formaggi, dell’estrazione dell’olio, della raccolta di ciliegie e delle coltivazioni estensive di cereali. Le imprese del settore costituiscono il 42% di quelle totali, mentre le industriali operano nel restante comparto dell’edilizia, della meccanica e della chimica leggera. Molti sono i laboratori dediti all’antica tradizione della ceramica, non a caso Ariano Irpino fa parte dell’Associazione Italiana Città della Ceramica (AICC).

Vallata vanta diversi agglomerati industriali. Tra le sue eccellenze, Me.S. Spa opera nella lavorazione meccanica per l’asportazione di truciolo su fusioni in alluminio e ghisa destinato a particolari auto motive; OMI Srl industria aerospaziale attiva sui mercanti internazionali; CRC Power Pellet, realtà affermata nella produzione di combustibile naturale economico ed ecologico.

L’area Serinese-Solofrana resta un importante distretto dedicato alla concia delle pelli. La strategia imprenditoriale locale è basata sulla produzione ovi-caprina per abbigliamento con alte caratteristiche qualitative che ha reso Solofra “città della pelle”, di respiro internazionale. L’industria conciaria annovera non solo i nuovi stabilimenti realizzati, ma anche gli immobili riadattati secondo un piano urbanistico che sta lentamente riqualificando le strutture primarie esistenti nell’area del Consorzio.

La concia dà vita anche ad un’intensa attività fieristica nella vicina Calitri, che vanta un importante spazio in cui espongono altre realtà industriali operanti in svariati settori quali Holzbau Sud Spa, Orion’s Srl, Nuova Sam, Accu Sud, Starcell Spa e Iavarone industrie Spa.

Montella, invece, resta il Comune dedicato alla coltivazione della castagna a marchio IGP. L’economia locale ruota intorno alla lavorazione e alla trasformazione del raccolto che coinvolge centinaia di aziende di piccole dimensioni.

Le colline avellinesi sono in gran parte occupate dalla viticoltura. Ampie contrade producono vini rinomati come il Greco di Tufo e l’Aglianico. Alcune di queste aziende hanno subito un moderno restyling che ha migliorato la qualità del prodotto: è il caso delle cantine Fonzone Caccese; altre hanno apportato modifiche strutturali, pur conservando un’anima rurale, come Ferrara, Di Marzio S.S e Cantine dell’Angelo che hanno raggiunto livelli di alta qualità. Le infrastrutture portanti restano quelle della rete autostradale, mentre la rete ferroviaria necessità di miglioramenti.